Preparazione alle analisi

PRELIEVO DEL SANGUE

Gli esami di laboratorio vanno eseguiti preferibilmente a digiuno. Questo è strettamente necessario per la determinazione di alcuni esami, in particolare: glicemia, colesterolo, trigliceridi, prolattina, sideremia, Ac.Folico, Vitamina B12, insulina, Ac.biliari, PSA ed anticorpi in genere. L’eccessivo digiuno, oltre le 24 ore, è da evitare per la conseguente diminuzione della glicemia ed aumento della bilirubina. È inoltre consigliabile astenersi dal fumo, dal caffè e dall’esercizio fisico nelle ore immediatamente precedenti il prelievo venoso.

Prelievi per bambini
Consigliamo per prelievi per bambini di prenotare telefonicamente specificando l’età esatta del bambino e le eventuali patologie.
Di seguito un promemoria per affrontare al meglio un prelievo tranquillo. Innanzitutto è consigliabile che il genitore non si mostri nervoso o ansioso, al contrario l’ideale è apparire tranquilli e trasmettere serenità.
Molti bambini, a causa di fattori esterni, hanno paura del signore col camice bianco e una siringa tra le mani è molto importante provare a cancellare dall’immaginario dei piccoli la figura austera del medico.
Nei giorni precedenti l’esame, il genitore dovrebbe informarlo che al momento del prelievo potrebbe sentire una sensazione simile a quella di un pizzicotto. Dire la verità in maniera adatta è sicuramente il sistema più utile per affrontare questo avvenimento.

Glicemia frazionata
Per eseguire la glicemia frazionata, normalmente, il sangue dovrà essere prelevato tre volte nella stessa giornata: alle 08.00, alle 11.00 ed alle 17.00.
Alle 08.00 a digiuno, alle 11.00 ed alle 17.00 dopo colazione e pranzo.
Il cliente va informato di comportarsi in modo del tutto normale per quanto riguarda la dieta, attività fisica ed assunzione di farmaci.

CURVE DA CARICO (es. Glucosio) TEST DI STIMOLO O SOPPRESSIONE

Al paziente a digiuno viene somministrata per via orale o per via endovenosa una sostanza o un farmaco, quindi vengono fatti più prelievi ad intervalli di tempo standard.
Durante la prova il paziente deve rimanere a riposo nel laboratorio.

MODALITÀ DI RACCOLTA DEI CAMPIONI

Esame urine completo
Le urine per l’esame normale devono essere raccolte in appositi contenitori.
E’ necessario che il cliente consegni una piccola quantità di urina (circa mezzo bicchiere) raccolta in occasione della prima minzione del mattino, dopo aver scartato la prima parte.

Modalità di raccolta delle urine nelle 24 ore
Per la determinazione di analiti nelle urine delle 24 ore, si deve spiegare al cliente che la mattina, appena alzato, l’urina della prima minzione deve essere eliminata e da quel momento in poi tutte le urine dovranno essere raccolte fino al giorno successivo e fino alla stessa ora della prima minzione.

Per la raccolta delle urine delle 24 ore il cliente deve utilizzare un contenitore di plastica di almeno due litri.

Se all’interno vi è del liquido conservante bisogna prestare attenzione a non rovesciarlo o toccare con le mani.
Assicurarsi che il contenitore sia ben chiuso.

Urinocoltura
Per l’urinocoltura, in particolare, è necessario procedere ad una accurata pulizia dei genitali esterni (lavaggio con acqua e sapone e sciacquare con abbondante acqua).

Va scartata la prima parte dell’urina emessa; la successiva urina va raccolta direttamente nell’apposito contenitore sterile.

Il contenitore va aperto solo al momento della raccolta e rapidamente chiuso.
Nei bambini le urine verranno raccolte in appositi sacchetti di plastica adesivi sterili che vanno applicati facendoli aderire alla regione pubica ove vanno lasciati per non più di 40 – 50 minuti.

Se la minzione non è avvenuta in questo tempo, il sacchetto va sostituito con un altro sterile, dopo aver provveduto al lavaggio dei genitali esterni.

L’urina così raccolta va versata in un contenitore sterile o in alternativa si richiude accuratamente il sacchetto da inviare subito al Laboratorio. Questo modus operandi serve per evitare che germi, presenti sulla pelle, siano trasportati dall’urina nel contenitore e possano inficiare l’esame.

Raccolta Liquido Seminale
Nel caso di spermiocoltura: aver cessato qualsiasi trattamento chemio-antibiotico da almeno 5 giorni.
Far precedere la raccolta dalla pulizia dei genitali esterni e delle mani, la raccolta del campione deve avvenire mediante masturbazione e tutto l’eiaculato deve essere raccolto nell’apposito contenitore sterile. Inviare al laboratorio entro 2 ore dall’emissione.

Espettorato
Si deve consigliare il cliente di sciacquare bene la bocca prima di espettorare al fine di pulire il cavo orale da cellule di sfaldamento e di particelle estranee all’esame.
L’escreato deve essere, possibilmente, quello della mattina; va raccolto in iun contenitore sterile e portato, come tutti gli esami colturali, al più presto possibile.

Modalità di raccolta delle feci
Per l’esame delle feci completo, per la ricerca di parassiti e per la coprocultura è necessario raccogliere le feci in appositi contenitori sterili. E’ consigliabile raccogliere un campione del primo mattino, ma qualora ciò non fosse possibile è possibile consegnare feci del giorno prima conservate in frigorifero.

Ricerca sangue occulto
La ricerca si effettua su un campione di feci del mattino raccolte nell’apposito contenitore (reperibile in accettazione) e, possibilmente, ripetuto in 3 giornate.

Si consiglia di:
Evitare il consumo di carni poco cotte, di non eseguire il test durante la terapia con antinfiammatori (che potrebbero danneggiare la mucosa dello stomaco con conseguente fuoriuscita di sangue), infine, di spazzolare i denti con delicatezza per evitare il rischio di emorragie gengivali.

Non effettuare il test con emorragie in atto: emorroidi, lesioni gengivali, mestruazioni, stitichezza.

Coprocultura
Il campione da esaminare deve pervenire al laboratorio il prima possibile. Per eseguire il test è sufficiente una quantità di feci pari ad una noce.

Ricerca parassiti
Il campione da esaminare deve essere consegnato al laboratorio al massimo entro 2-3 ore dall’emissione. Per eseguire correttamente l’esame è necessaria una quantità di feci pari ad una noce.
Per la ricerca di ossiuri, oltre ad un campione di feci è necessario eseguire uno “Scotch Test”; il laboratorio fornisce un vetrino su cui si farà aderire il nastro adesivo.

SCOTCH TEST

Applicare al mattino, prima dell’ evacuazione, nella zona perianale un cerotto adesivo alla cellulosa. Lasciarlo in sede per qualche minuto e poi trasferirlo su un vetrino (reperibile presso il laboratorio). Riconsegnare il vetrino in accettazione. E’ consigliabile ripetere il test in 3 giornate.

TAMPONE FARINGEO

Il paziente deve recarsi nel laboratorio a digiuno e senza aver lavato i denti; non praticare gargarismi o sciacqui del cavo orale prima di recarsi in laboratorio. Il paziente deve aver inoltre sospeso un’eventuale terapia antibiotica da almeno 5 giorni.

TAMPONE VAGINALE

In via preliminare le pazienti devono attenersi ad alcune norme per rendere attendibile l’esito dell’esame:

  • Evitare di avere rapporti sessuali nelle 24 ore precedenti all’esecuzione del prelievo;
  • Non essere in periodo mestruale;
  • Non eseguire irrigazioni vaginali nelle 24 ore precedenti all’esecuzione del prelievo;
  • Avere cessato qualsiasi terapia chemio-antibiotica dal almeno 7 giorni;
  • Non praticare lavaggi prima della raccolta del campione.

 

N.B.: per i campioni raccolti dal paziente si raccomanda l’apposizione di un’etichetta recante nome e cognome.